Mi Ami 2018 – Musica importante da Brescia a Milano

 In ilGulliver

Frah Quintale che fa sold out ovunque è solo una delle possibili rappresentazioni di ciò che sta accadendo: a Brescia è (ri)nata una nuova scena musicale, giovane (in alcuni casi giovanissima), fresca, innovativa, in grado di imporsi a livello nazionale con più di un interprete.

Staremo a vedere se i festival estivi se ne sono accorti. Quel che è certo è che l’hanno capito gli organizzatori del Mi Ami Festival: un rito collettivo annuale per chi ascolta musica indie (anche se in cartellone quest’anno troviamo Francesca Michielin, ma si sa che ormai il muro tra musica indie e mainstream è stato abbattuto), e un modo per vedere quali sono i nuovi talenti della musica italiana, nel festival organizzato da chi un po’ di potere per indirizzarla ce l’ha, cioè Rockit.

Ed ecco dunque tantissimi nomi, soprattutto nella giornata di venerdì 25 maggio: Frah Quintale, Coma Cose (con il “nostro” Edipo), Paletti, Red Lines, Typo Clan, Han e i Dunk (con i fratelli Giuradei).

La Brescia musicale ha radici solide, e si vede.

PS: le radici sono state piantate da persone e realtà che hanno vinto delle autentiche scommesse, vinte più che per passione e competenza che per fortuna.
La serata giusta per scoprire chi e cosa c’è sotto e questo sabato alla Latteria Molloy.

Post recenti
X